• FUORI CATALOGO

    Messina 1908-2008. Storia di una città tornata alla vita ma rimasta incompiuta

TITOLO: Messina 1908-2008. Storia di una città tornata alla vita ma rimasta incompiuta

Salvataggi miracolosi, rocamboleschi, donne con le doglie mentre la terra tremava, giovani che trovarono l’amore fra le rovine della città, o presero i voti. Malcapitati che rischiarono di essere giustiziati sommariamente durante lo stato d’assedio, profughi costretti all’esodo, bambini spariti, ragazze sfruttate, nobili decaduti e poveri arricchiti. Un campionario di varia umanità. Vittime ed eroi che ebbero il coraggio di difendere la città con le unghie, di scongiurare quella colata di cemento che avrebbe cancellato per sempre Messina dalla carta geografica. Una grande forza d’animo, uno sforzo sublime che fece trionfare la vita sulle macerie e sulla morte.
Ma cosa rappresentò il terremoto per i messinesi? Quanto pesò la catastrofe del 1908 sul futuro della città a medio e lungo termine? I racconti cedono il posto a un’inchiesta sulla ricostruzione mai finita, sulla cultura delle baracche, sull’assistenzialismo, sulle speculazioni di una città ancor oggi incompiuta. Scrive Bianca Stancanelli nella prefazione: «Dalle lentezze, dagli imbrogli, dai pasticci della ricostruzione emerge la città delle baracche, che è il cuore di questo libro. La Messina che incantava i viaggiatori con la strepitosa invenzione urbanistica della Palazzata si trasforma nella miserabile città delle catapecchie. E come un malvagio incantesimo, quella forma degradata dell’abitare diventa una costante del paesaggio urbano, incancellabile, insuperabile».

Autore: Eleonora Iannelli

12,00 7,20

Esaurito